Arte, Bellezza, Sentimento ~~~~~~~ Art, Beauty, Feeling

Insightful thoughts from Italian RL artist, Grant Award Recipient and SLEA Art Blog Contributor Marea2007 Praga. Her current 1/4 exhibit can be found at Region 4 and will be open through June 30, 2021. (English translation at ending).

Credo che l’Arte in ogni sua forma sia tutto ed il suo contrario. A volte diretta ed immediata al punto tale da riuscire a far scaturire emozioni e sensazioni senza che il fruitore si arrovelli eccessivamente sui modi ed i linguaggi con cui essa si esprime. Si crea immediatamente, con estrema naturalezza e senza alcun tipo di mediazione, quell’empatia dirompente e naturale che rasenta l’incredibile, la magia.

Non è necessario, è un mio modesto parere, avere alcun tipo di informazione sul Caravaggio perchè l’intensità e la forza dei suoi dipinti arrivino forti, dirette e chiare. Certo è interessante leggere del suo realismo, dell’uso quasi maniacale delle luci e delle ombre per evidenziare la scena, per darne la corretta prospettiva, per caricare il tutto di pathos e sentimento, ma anche un digiuno di studi d’arte può, attraverso la propria sensibilità e curiosità, apprezzarne la genialità creativa.

L’Arte non deve rappresentare un mondo settario ed elitario e questo aspetto non è nemmeno nella sua natura. Come la musica rappresenta un incredibile strumento per diffondere in modo diretto ed immediato il senso della bellezza, concetto profondo ed esteso nel contempo che, come la natura, insegna ed educa all’armonia. Ciò che è armonioso esteticamente lo è anche dal punto di vista etico e portare avanti l’idea della bellezza assume anche una valenza sociale, sentimentale, ideologica e politica.

Ricercare la Bellezza nella propria vita implica necessariamente di adottare tutto ciò che è armonioso, nel concetto più rispettoso, vero e onesto della libertà. Salvaguardare l’arte, come l’ambiente, significa portare avanti l’idea di una vita lontana dal degrado, la corruzione, intrisa di sani valori.

Nella libertà e spontaneità di apprezzare la bellezza credo che una buona dose di studio e di approfondimento sia estremamente utile.
Se grazie alla sensibilità siamo in grado di apprezzare l’arte, perchè privarci comunque di tutti gli strumenti utili a migliorarne la fruizione?

Come in ogni altro aspetto del mondo, se disponiamo di un buon bagaglio di informazioni, sarà più semplice la comprensione dell’arte quando meno ci arriva di primo impatto. In più di un decennio in cui mi sono occupata d’arte su Second Life spesso ho sentito dalle persone la frase: E’ inutile, io d’Arte non capisco nulla.
Spesso è solo un blocco mentale che attraverso convinzioni erronee ma consolidate ci vieta di approcciarci alle cose con libertà e senza pregiudizi, magari anche attribuendo all’arte qualcosa di pesante, di difficoltoso, che in realtà non esiste.

L’approccio ad ogni cosa nella vita dovrebbe sempre essere scevro da limitazioni derivanti da pregiudizi, etichette, sovrastrutture, retropensieri e paure. Credo che l’approccio all’arte debba essere un buon mix di tutto ciò che naturalmente mettiamo in campo quando ci rapportiamo serenamente al prossimo.

Spontaneità e fiducia ma non dabbenaggine, onestà e libertà di pensiero, un buon bagaglio di esperienze di vita e di informazioni, la curiosità di conoscere e comprendere.

Ricordo la prima volta che vidi i Tagli di Fontana o le astrazioni multicolori di Kandinskij. Senza alcuna lettura pregressa non avrei compreso che dietro quegli squarci nella tela insiste un atto provocatorio. L’idea rivoluzionaria di ricerca di nuovi strumenti e nuovi spazi che in Arte quasi sempre è indispensabile per superare un momento stagnante e ritrovare nuova linfa.

Senza aver letto qualcosa di maggiormente dettagliato non avrei magari compreso che dietro l’astrattismo ed il colore impiegato quasi esasperatamente si cela non solo il concetto di abbandono delle immagini reali e tradizionali per raggiungere maggiore libertà creativa ma perfino l’esigenza di rappresentare, attraverso quelle astrazioni, l’idea stessa della musicalità.

Sicuramente non giungerò mai ad essere una forte estimatrice di Lucio Fontana ma sono felice di non esserlo non per un pregiudizio ma perchè, pur avendone compreso il percorso artistico, non ne condivido il gusto e l’estetica.

La vita, lo comprendo, è naturalmente permeata di praticità, bisogni, attualmente ancora più stritolata tra pandemie e contingenze lavorative, sociali e familiari, ma “qualcuno” ha ricordato meglio di me quanto sia breve ed effimera.
In quanto esseri umani siamo fatti della stessa sostanza dei sogni e ciò che riteniamo spesso ed erroneamente il superfluo, potremmo facilmente accorgerci che in realtà rappresenta ossigeno e nutrimento ed un ottimo corroborante nella nostra caotica quotidianità.

Farsi attraversare dall’arte, comprenderla, ricercare la bellezza sono un modo per migliorare noi stessi, offrendoci anche, e non è cosa da poco, meravigliosi strumenti per capirci meglio, per farci comprendere dagli altri e soprattutto un modo per non perdere la nostra identità e farla valere nel mondo.

Più ci forniamo di strumenti di conoscenza e comprensione e più nella vita non saremo facili prede di coloro che ci vogliono tutti uguali, tutti pensanti allo stesso modo, tutti schedati e confezionati, tutti distratti mentre la bellezza finisce nel degrado, mentre la cultura è strumento di pochi, mentre l’economia domina e regola su ogni aspetto pratico e non del nostro vivere quotidiano.

Che sia un’empatia, che sia uno studio matto e disperatissimo, che sia un incontro fugace, che sia una passione duratura nel tempo, datevi l’opportunità di fruire dell’arte, ovunque essa si trovi.

Non a caso è un’esortazione che assomiglia ad uno slancio sentimentale.

di Marea2007 Praga


Marea can be found at her exhibit and welcomes all discussions. http://maps.secondlife.com/secondlife/SLEA4/104/111/21

English version by DeepL Translate

I believe that Art in all its forms is everything and its opposite. Sometimes direct and immediate to the point of being able to give rise to emotions and sensations without the user getting too about the ways and languages with which it expresses itself. It is created immediately, with extreme naturalness and without any kind of mediation, that disruptive and natural empathy that borders on the incredible, the magic.

It is not necessary, in my humble opinion, to have any kind of information about Caravaggio because the intensity and strength of his paintings come through strong, direct and clear. Of course it is interesting to read about his realism, the almost maniacal use of lights and shadows to highlight the scene, to give the correct perspective, to load everything with pathos and feeling, but even a person with no knowledge of art studies can, through his sensitivity and curiosity, appreciate the creative genius.

Art should not represent a sectarian and elitist world and this aspect is not even in its nature. Like music it represents an incredible tool to spread in a direct and immediate way the sense of beauty, a deep and extended concept at the same time that, like nature, teaches and educates to harmony. What is aesthetically harmonious is also ethically harmonious and carrying forward the idea of beauty also has a social, sentimental, ideological and political value.

Seeking Beauty in one’s own life necessarily implies adopting all that is harmonious, in the most respectful, true and honest concept of freedom. Safeguarding art, as well as the environment, means carrying forward the idea of a life far from degradation, corruption, imbued with healthy values.

In the freedom and spontaneity of appreciating beauty, I believe that a good dose of study and deepening is extremely useful.
If thanks to sensitivity we are able to appreciate art, why should we deprive ourselves of all the useful tools to improve its fruition?

As in every other aspect of the world, if we have a good store of information, it will be easier to understand art when it comes to us least. In more than a decade in which I have dealt with art in Second Life, I have often heard people say: It’s useless, I don’t understand anything about art.
Often it’s just a mental block that, through erroneous but consolidated convictions, prevents us from approaching things with freedom and without prejudice, maybe even attributing to art something heavy, difficult, that doesn’t really exist.

The approach to everything in life should always be free from limitations arising from prejudices, labels, superstructures, second thoughts and fears. I believe that the approach to art should be a good mix of everything that we naturally put into play when we relate serenely to others.

Spontaneity and trust but not gullibility, honesty and freedom of thought, a good wealth of life experiences and information, curiosity to know and understand.

I remember the first time I saw Fontana’s Cuts or Kandinsky’s multicolored abstractions. Without any previous reading I would not have understood that behind those gashes in the canvas there is a provocative act. The revolutionary idea of searching for new tools and new spaces that in Art is almost always indispensable to overcome a stagnant moment and find new life.

Without having read something more detailed, I would not have understood that behind abstractionism and the almost exasperated use of color lies not only the concept of abandoning real, traditional images to achieve greater creative freedom, but even the need to represent, through those abstractions, the very idea of musicality.

I will certainly never come to be a strong admirer of Lucio Fontana but I am happy not to be so, not because of any prejudice but because, although I have understood his artistic path, I do not share his taste and aesthetics.

Life, I understand, is naturally permeated with practicality, needs, currently even more crushed between pandemics and work, social and family contingencies, but “someone” has remembered better than me how short and ephemeral it is.
As human beings we are made of the same substance as dreams and what we often and erroneously consider superfluous, we could easily realize that in reality it represents oxygen and nourishment and an excellent corroborant in our chaotic daily life.

Being crossed by art, understanding it, looking for beauty are a way to improve ourselves, offering us also, and this is not a small thing, wonderful tools to understand us better, to be understood by others and especially a way not to lose our identity and make it count in the world.

The more we equip ourselves with tools of knowledge and understanding, the more we will not be easy prey in life to those who want us all to be the same, all thinking at the same time.

Guest Art Blogger Contributors are WELCOMED. Please contact Tansee inworld for publishing.


Published by marea2007 praga

Info su Plusia Land (dal 2007) e Art & Fashion: Plusia Landing Point: http://maps.secondlife.com/secondlife/Moonville/51/60/21 Sito di Plusia e Art & Fashion: https://plusiaars.wixsite.com/plusiasl Art & Fashion in world: http://maps.secondlife.com/secondlife/Moonville/67/75/21 Art & Fashion Fb: https://www.facebook.com/groups/115750115519032 Plusia Fb: https://www.facebook.com/groups/PlusiaArsIsland Mp: https://marketplace.secondlife.com/stores/83023

One thought on “Arte, Bellezza, Sentimento ~~~~~~~ Art, Beauty, Feeling

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Create your website with WordPress.com
Get started
%d bloggers like this: